Albania

Frammenti di felicità in Albania

Breglumasi - Mi chiamo Algest, ho terminato la quinta elementare e ho 12 anni. Sono un ragazzo pieno di idee e di energie e oltre la scuola mi piace organizzare diverse cose. Ogni pomeriggio frequento il centro diurno “Dallëndyshet”(le rondini) dove faccio i compiti e partecipo alle varie attività. Vi racconto un’esperienza vissuta a scuola che mi ha reso veramente felice. Il 1° giugno si festeggia la “festa dei bambini” e tutte le classi nelle settimane precedenti sono impegnate nell’organizzazione della festa. La mia classe aveva preparato due attività: uno spettacolo di danza organizzato dalle ragazze e una rappresentazione comica preparata dai ragazzi. Io ho scritto il pezzo della rappresentazione e inoltre mi hanno chiesto di fare il presentatore. Ero molto orgoglioso! Ho distribuito ai miei compagni di classe il copione, ci siamo divisi le parti e abbiamo iniziato le prove. Ogni giorno ci incontravamo durante la pausa pranzo per provare. Il testo dello spettacolo metteva a confronto diverse situazioni tra passato e presente, come erano vissute certe cose dai nostri genitori e come sono adesso. Il giorno della festa è arrivato. Eravamo tutti molto emozionati. È giunta l’ora della nostra presentazione e per fortuna è andata molto bene! Il momento che mi è rimasto più impresso è stato il lunghissimo appaluso alla fine della recita: erano tutti in piedi stupiti per la nostra bravura! Da quel giorno tutti gli insegnanti si complimentavano con noi. LO SPETTACOLO È STATO UN’ESPERIENZA BELLISSIMA CHE MI HA RESO TROPPO FELICE.

Storie

Back to school - La storia di Vasco - Vasco ha 15 anni e vive a Casa Margarida, Centro di seconda accoglienza per bambini di strada a Luanda in Angola.

Sunyani - Mi chiamo Joseph e ho quasi 16 anni, vivo al Boys Home da due anni e questa è per me la mia famiglia.

Storia di Sophie, giovane mamma di Bukavu “Sono Sophie, vivo in Congo, ho 24 anni, sono mamma di due bimbi. HO SEMPRE SCELTO LA VITA NONOSTANTE LA MISERIA E LA SOLITUDINE.

Masafer Yatta - “Vorrei che si creassero isole di felicità nel deserto, luoghi di vita in cui questi bambini possano vivere finalmente una vita normale, serena,

Change Someone Life Block

Insieme possiamo farcela

Tanti bambini e giovani hanno bisogno di istruzione, cibo, cure sanitarie, alloggi e sostegno familiare. INSIEME POSSIAMO FARCELA! Dona ora e sostieni le missioni salesiane con il VIS.